Le nostre Lavande

 

lavanda imperia

La nuova varietà di Lavandula angustifolia denominata “IMPERIA” ha una resa in olio essenziale di circa 1,4 lt/Ql. Circa il doppio delle varietà attualmente coltivate. L’olio estratto entra nei canoni del AOP francese e quindi è di ottima qualità. Di fatto dal punto di vista terapeutico l’olio dell’angustifolia è: antidepressivo, antimicrobico, antisettico, antibatterico, antireumatico, antispasmodico, cicatrizzante. In dermatologia per: acne, ascessi, allergie, ustioni, punture di insetti, scottature solari, forfora ecc. Sistema immunitario: bronchite, influenza, infezioni della gola ecc. Sistema nervoso: cefalea, emicrania, insonnia, depressione ecc. Viene impiegato ampiamente per: profumi e per aromatizzare alimenti ecc. Una piacevole sorpresa è la percentuale di Linalolo che è oltre il 50%. Il Linalolo ha la capacità di stimolare attivamente il sistema nervoso, rilassa, calma e permette di distaccarsi emotivamente dai pensieri, liberando la mente in modo di acquisire una prospettiva migliore e fiducia in se stessi. E’ indicato in caso di ansia, nervosismo e stress, fornisce un sollievo immediato ma poco persistente nel tempo. Per i giovani studiosi, liberando la mente dai pensieri aiuta l’apprendimento.
Attualmente si stanno impiantando nuovi lavandeti, nel proseguo del progetto è prevista la produzione vivaistica in vaso al fine di veicolare questa nuova varietà in tutta Europa. La sinergia che si vuole realizzare col territorio passa attraverso la promozione sul prodotto, quindi il vaso sarà di una tipologia innovativa per la coltivazione e presentazione.
I vasi attualmente usati per la lavanda sono rotondi, sono indicati per le piante di breve durata (annuali), la lavanda è una perenne e come tale deve essere trattata. Il vaso scelto è di forma quadrata, perchè permette il trapianto in giardino o in altro contenitore evitando il problema delle radici a spirale che si verifica nei vasi rotondi e che impedisce lo sviluppo radicale, provocando un rapido deterioramento della pianta.

L’altra lavanda selezionata è la varietà di lavandino o intermedia denominata “Bosco Mare”. Il lavandino ha come caratteristica un più alto tenore di canfora, quindi è indicato per i massaggi, dolori muscolari, lombagini, distorsioni, come repellente nel cuoio capelluto contro i pidocchi, per i parassiti degli animali domestici, negli armadi contro acari e tarme, è un solvente naturale può sostituisce l’acetone, è ottimo per i saponi e detergenti.
Le due tipologie di Lavandula angustifolia e lavandino sono indicate anche per la mazzeria sia secca che fresca a gambo corto o lungo.